vita da forum

Vita da forum

Chi inizia a scattare di solito è autodidatta.

Chi è autodidatta di solito non ha punti di riferimento “seri”.

Chi è autodidatta e senza punti di riferimento, di solito non sa ancora se il suo scattare foto, scaturisca da una vera passione per la fotografia, da una infatuazione momentanea o da una scappatella… ma una cosa è certa…

… credo che, oggi come oggi, ognuno di noi abbia a disposizione “oggetti che scattano foto”, ma basta davvero questo per affermare di fare fotografia? quanto vale la nostra fotografia? e soprattutto cosa ne pensano gli altri della nostra fotografia?

Credo che chiunque inizi a scattare foto, spinto da quella che lui definisce “passione” si ponga prima o poi questa domanda… e credo che almeno all’inizio un valido aiuto possa venire dal “forum”. L’esperienza forum, almeno agli inizi, dovrebbero farla tutti.

Il forum non da niente e non toglie niente… Anzi per essere più precisi, non da meriti che non si posseggono e non toglie meriti a chi davvero ne ha. E’ spietato… se usato in condizioni normali.

Il forum è una vetrina.

Anzi, immaginiamocelo come una bancarella di un mercatino.

Il forum è quindi una bancarella su cui esponiamo la nostra merce e aspettiamo di vedere quale sia il gradimento popolare di chi passa e da un’occhiata. Può succedere che con tanto entusiasmo prepariamo la nostra “merce” però, dopo giorni e giorni, sia l’accoglienza che l’integrazione con potenziali clienti sia ancora freddina… Oppure può succedere che si venga letteralmente travolti da pubblico critica vendita e conseguenti cascate di soldi.

Ecco di solito succede la prima cosa. Ossia l’accoglienza freddina. Ed è una cosa assolutamente normale.

Succede anche la seconda, ma è una esperienza che è riservata a quei professionisti con anni di esperienza e con attrezzature atte a fare foto “wow” che si iscrivono ad un forum solo per fare indigestione di like… come se fossero in astinenza e come se i like contassero qualcosa nei forum. E tra virgolette, sono quelle persone che non gradiscono critiche di nessun tipo. Quindi questa tipologia di persone la ignoreremo per il momento.

Dicevamo… per tutte le persone normali pubblicare le proprie foto in un forum e sottoporle a giudizio degli altri potrebbe essere un metodo interessante per testare i propri lavori e per farli giudicare a persone che non siano la mamma, la zia o la fidanzata… 

Quindi esporre foto in un posto dove tutti espongono foto e soprattutto in un posto dove tutti i frequentatori amano, “capiscono” o dovrebbero capire di foto e che soprattutto non ci devono nulla, è una esperienza nettamente diversa.

Nessuno ci deve nulla e nessuno prova qualcosa per noi, quindi i giudizi che potrebbero arrivare potrebbero minare seriamente quello che è l’equilibrio mentale di qualcuno (esagero volutamente)… Crediamo di aver creato un capolavoro e invece ce lo distruggono sotto i nostri occhi parola dopo parola. Magari ce lo ignorano. Magari l’ignorano mentre al contempo lodano fotografie che fanno letteralmente schifo…

Distruggere… cosa che l’utente medio del forum fa molto più volentieri che non aiutare a migliorare qualcuno.

E allora? Ho pubblicato una foto, me l’hanno presa a sassate… Cosa faccio? Li mando a quel paese e non pubblicherò mai più in quel forum? Mai!!! Sarebbe la cosa più sbagliata da fare… Sempre che la vostra passione per la fotografia sia una passione forte, vera e viva.

Ormai abbiamo appurato che c’è qualcosa che non va e quindi come in qualsiasi cosa, se sbagliamo e vogliamo fare bene dobbiamo capire dove abbiamo sbagliato… Magari studiare. Riprovare e testare i risultati…

All’inizio una cosa molto semplice da fare è copiare. Come in tutte le cose della vita… Guardare chi riesce la dove noi falliamo e cercare di replicare o se non addirittura a fare meglio.

Per esempio?

Prendiamo una foto di un grande fotografo che ci piace da impazzire… E cerchiamo di replicarla.

In tutto e per tutto. Cerchiamo con i nostri mezzi di replicare una foto che ci fa sognare. Facciamolo come esercizio. Tenendo presente che non abbiamo una ricetta come per un dolce, ma possiamo fare tantissimi tentativi in più e spendere davvero pochissimi soldi (rispetto al fare un dolce).

Quando e se la foto sarà uguale o simile o riconducibile alla foto che ci piace tanto, l’esercizio è terminato. Sappiamo bene che per replicare qualcosa abbiamo dovuto studiarla a fondo quella cosa. Nel senso che, abbiamo capito quanto lavoro ci sia dietro un’immagine. Studiare le luci, le ombre, l’ambientazione, i vestiti, l’atmosfera. Una foto non è più semplice di nulla, anzi dietro ogni singola immagine c’è un lavoro immenso.

Solo cercando di replicarla capiremo davvero il lavoro che c’è dietro.

Adesso… dopo innumerevoli tentativi abbiamo la nostra fotografia. E’ bella. Proponiamola nel forum. Il complimento più bello che possiamo ricevere è l’accusa di aver copiato la foto di un altro. 

Con impegno, dedizione, tempo trascorso a migliorare il nostro “prodotto”, siamo riusciti anche noi a fare qualcosa di buono. Ma in fondo si tratta di una sola fotografia. E le carriere dei fotografi non si basano solo su di una foto e perdipiù copiata… però c’è di buono che possiamo analizzare l’esperienza fatta sino ad ottenere questo famoso scatto. 

Possiamo però analizzare l’esperienza fatta. Ossia se ci è piaciuto dedicare il nostro tempo a quella fotografia. Se sì, abbiamo avuto doppia fortuna… abbiamo trovato anche il genere fotografico che ci piace. E allora possiamo continuare a studiare quel genere fotografico… sia che esso sia ritratto, moda, street, architettura, paesaggio, nudo e così via. Studiare. Scattare. Proporre. Studiare. Scattare. Proporre. E così via fino a che non abbiamo preso dimestichezza con il nostro genere fotografico. In fondo l’esercizio che abbiamo svolto per copiare la foto che tanto ci piaceva altro non ha fatto che svelarci le linee guida per quella tipologia di foto… tutto il resto e le altre foto verranno quasi in automatico… fino a che…

Fino a che non ci sentiremo pronti a tirare la scoccata vincente. Una nostra interpretazione di quel genere fotografico. Un nostro modo di vedere la fotografia che tanto abbiamo amato e adesso volutamente violentiamo per farla diventare, con forza, una nostra fotografia.

Tutto ciò mentre nei forum succede quello che succede più o meno a tutti. Col passare del tempo si creano amicizie virtuali o reali, si commentano foto di altri e si leggono attentamente i commenti che rilasciano sulle nostre fotografie.

Ormai “maturi” (tra virgolette grandi quanto una casa) possiamo decidere di restare in quel piccolo paradiso che ci siamo creati, dove ormai ci amano e ci stimano e magari ci regalano “like” come se piovesse, o possiamo sfidare noi stessi ad un nuovo gioco… cambiare forum. Proporre la nostra fotografia in un nuovo ambiente dove noi siamo di nuovo i novellini e dove gli altri sono, di nuovo, perfetti sconosciuti… Oppure possiamo rimanere nello stesso forum e cambiare nome… e vedere come le nostre foto, presentate dal signor X anziché dal signor Y, vengono accolte.

Ma tutto questo a cosa serve realmente? 

Secondo me serve a testare il livello della nostra passione. Potrebbe essere un indicatore che ci fa capire se davvero la fotografia è la nostra strada.

Il forum come dicevo non da nulla e non toglie nulla… tranne magari un po’ più di consapevolezza su quelle che sono le nostre passioni. 

Già il solo fatto di mettersi in gioco per la fotografia è indice di passione per la fotografia. Ma questo è davvero soltanto il primo passo verso un cammino che oserei definire “infinito”… nessun fotografo è o sarà mai un fotografo “arrivato”… 

Essere o diventare una star all’interno di un contesto social come un forum non è cosa poi così difficile. E sono sicuro che finché dura la pacchia, sia anche piacevole essere considerato un grande. Ma il vero indice di gradimento è fuori. Stampare le proprio foto. Portarle in giro. Darle in pasto a gente che con le immagini ci lavora… quello è il mondo reale. L’ho vissuto sulla mia pelle, quindi so di cosa parlo.

Di sicuro c’è solo che, il nostro beneamato forum non ci farà mai diventare fotografi. MAI.

Ma come si dice… da qualche parte bisogna pur cominciare. Se le nostre scelte di vita ci hanno portato a fare scelte diverse dalla fotografia e vogliamo esplorare un mondo a noi sconosciuto, il forum è un mezzo (come tanti altri) che ci permette di dare un’occhiata (benché sommaria) su quel mondo vasto e bellissimo della fotografia.

 

Chiudo qui, ci si legge al prossimo articolo, grazie come sempre a chi ha avuto la pazienza di leggere tutto. 

Chi non lo ha ancora fatto può dare un’occhiata ad altri miei articoli qui…

http://trabuioeluce.com/bianco-nero-colori/

http://trabuioeluce.com/mi-compro-la-macchina-fotografica/

http://trabuioeluce.com/fotografare-sottraendo/

http://trabuioeluce.com/il-ritratto/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *